Centro Professionale Europeo Leonardo
Unione Europea - Fondo Sociale Europeo

UNIONE EUROPEA
Fondo Sociale Europeo

Repubblica Italiana
Regione Autonoma della Sardegna

Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale,
Cooperazione e Sicurezza Sociale

Auguri al circolo dei sardi Grazia Deledda di Genk


di

Cinquant’anni ma non li dimostra.
Ieri a Genk si è celebrato il cinquantenario della fondazione del circolo dei Sardi della cittadina mineraria più importante del Limburgo. Alla presenza del Governatore locale, del Sindaco di Genk e di numerose altre autorità del territorio, la Sardegna è stata rappresentata dall’assessore degli AAGG Filippo Spano che con il Belgio ha un particolare legame affettivo.

Tra gli sponsor della manifestazione anche la Fondazione Leonardo nel ricordo degli antichi legami con l’anima dei sardi in Belgio, Giovanni Del Rio, che hanno caratterizzato i rapporti con uno dei fondatori della nostra Agenzia, Gianfranco Lai, e con l’attuale, direttore regionale, Antonella Fortuna, per anni impegnata nel campo dell’emigrazione con la Regione Sardegna, ed entrambi già presenti alla ricorrenza delle 25 primavere del circolo.

A parte i nuovi progetti in cantiere sui quali verrà a breve aperto un tavolo di confronto, la speranza è quella di potersi ritrovare per i 75 anni del circolo. Tutti assieme, magari con il Presidente Domenico Piga, il Segretario Franco Masia, il prof. Salvatore Papattu (apprezzato studioso di emigrazione) e le splendide performance di Giuliano Marongiu e il suo Gruppo che hanno emozionato e commosso la vasta platea di presenti.

Molto apprezzata la performance canora di Filippo Spanu che, smessi i panni istituzionali, si è esibito cantando la notissima “Carrasecare” e riscuotendo un bagno di folla mai registrato durante una visita ufficiale. L’aver riposto il grigiore e il distacco politico ormai consuetudine quotidiana per chi sta fuori dai palazzi e dalle stanze dei bottoni, è stata unanimemente apprezzata da tutti i sardi (e non sardi). Perché finalmente il “rappresentante del popolo” stava con il popolo, anzi: tra la gente.


Condividi su Facebook