Centro Professionale Europeo Leonardo
Unione Europea - Fondo Sociale Europeo

UNIONE EUROPEA
Fondo Sociale Europeo

Repubblica Italiana
Regione Autonoma della Sardegna

Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale,
Cooperazione e Sicurezza Sociale

«Comunicare l’isola»: aperte le iscrizioni

Il progetto comprende un corso di qualifica per «Responsabile della progettazione di strategie di comunicazione» e altre politiche attive del lavoro


di

Comunicare l'isolaAprono oggi le iscrizioni al corso per Responsabile della progettazione e pianificazione di strategie di comunicazione, della gestione di ufficio stampa, attività promozionali e risorse umane previsto nel progetto «Comunicare l’isola», finanziato dal POR FSE Sardegna 2007-2013 (Asse II – Occupabilità) nell’ambito dell’avviso regionale Maciste.

Il corso, con sede a Nuoro, è riservato a diplomati, disoccupati o inoccupati, residenti in Sardegna. Ai 15 corsisti verrà corrisposta un’indennità di frequenza oltre all’eventuale rimborso per spese di viaggio.

Il vero e proprio corso di qualifica (800 ore) si inserisce in un progetto integrato di cui fanno parte politiche attive del lavoro diversificate.

Le domande vanno presentate entro il 2 maggio 2014. Per maggiori informazioni invitiamo a consultare l’Avviso pubblico.

Perché «Comunicare l’isola»?

Tra gli elementi che hanno portato alla «crisi» del turismo sardo non vanno taciuti la mancanza di coordinamento tra i diversi attori che operano nel comparto turistico, l’insufficiente focalizzazione sui segmenti emergenti e sui canali digitali e la mancanza di un efficace e omogeneo piano di comunicazione del territorio.
È necessario avviare un cambiamento culturale, iniziando a considerare il turismo — unico comparto produttivo non delocalizzabile — come una grande opportunità. E coordinando gli sforzi necessari a valorizzarne il potenziale inespresso.
La qualità delle risorse umane per il rilancio del settore turistico riveste un ruolo decisivo. In questo contesto si inserisce il percorso di formazione integrato «Comunicare l’isola». L’obiettivo? Mettere a disposizione del sistema produttivo professionisti capaci di leggere il territorio, interpretare e gestire la domanda espressa dal mercato, creare le condizioni per intercettare flussi costanti di turismo tutto l’anno (non solo nella stagione estiva) e per consentire, di riflesso, una crescita occupazionale nel territorio.

Un nuovo modello di turismo, un nuovo modello di comunicazione

La figura professionale individuata rappresenta una risposta efficace alla carenza di modelli integrati di sviluppo turistico sostenibile. Lo sviluppo di un turismo sostenibile può rappresentare uno strumento-chiave per arrestare gli impatti negativi che forme incontrollate di offerta turistica, esclusivamente basate sui benefici di breve termine, hanno provocato sull’ambiente e sulla struttura socio-economica di molte destinazioni turistiche.
Non sono pochi gli ostacoli ancora da superare. L’implementazione di forme di turismo realmente ecosostenibili richiede un accurato processo di programmazione e di gestione dell’offerta turistica.
Il responsabile della progettazione di strategie di comunicazione e promozione turistica può intervenire efficacemente nella mediazione tra stakeholders e istituzioni, per la condivisione e la diffusione di best practices, l’elaborazione di una strategia comune di promozione turistica del territorio, l’incentivazione di ogni forma di attività turistica che valorizzi e preservi a lungo termine le risorse ambientali, culturali e sociali e che contribuisca in modo positivo ed equo allo sviluppo economico e al benessere degli individui che vivono e lavorano nel territorio.
Nel contesto territoriale specifico in cui è emerso il fabbisogno formativo – la provincia di Nuoro – tale approccio integrato di turismo sostenibile può diventare inoltre un importante motore di sviluppo dell’economia locale e di futura ricchezza durevole, oltre che di valorizzazione e tutela del paesaggio e della biodiversità, in un territorio ad alto potenziale economico inespresso.
Date queste premesse, l’impianto corsuale prevede un ampio rinforzo delle competenze comunicative, argomentative e relazionali e delle competenze linguistiche in italiano e in inglese, da declinare in attività delicate e complesse quali la promozione di servizi e di immagine. La figura professionale in uscita deve essere in grado di utilizzare con sicurezza un’ampia gamma di risorse comunicative (dal comunicato stampa alla newsletter ai social media), adeguandosi continuamente all’evoluzione delle tecnologie e dei servizi online.
Accanto ai contenuti corsuali, curati da un team di progetto che ne garantisce l’indiscutibile livello culturale e scientifico, il progetto formativo si caratterizza per la previsione di significative esperienze di stage nel settore pubblico e privato.

Il progetto integrato

Il progetto si propone anche di far «sopravvivere» la formazione acquisita al cambiamento e costituire il primo o ulteriore tassello di un più ampio processo di formazione permanente. Perciò il corso di qualifica si integra con politiche attive del lavoro diversificate:

  1. una ricerca di mercato, per fornire ai corsisti le adeguate competenze per elaborare, sotto la guida di consulenti esperti, l’analisi del mercato al quale intendono rivolgersi e indirizzare così il piano di comunicazione e di promozione dei servizi turistici a un preciso target di riferimento.
  2. un servizio di orientamento e bilancio delle competenze, per guidare i corsisti verso la conoscenza e valorizzazione delle loro specifiche conoscenze e competenze.
  3. un percorso per la creazione di impresa, per fornire ai corsisti un affiancamento consulenziale che li porti alla elaborazione di un solido progetto d’impresa.

Gli obiettivi

  1. formare una figura professionale con competenze sia teoriche che tecniche in materia di elaborazione di servizi turistici integrati, con particolare riferimento allo sviluppo di conoscenze dei servizi turistici già presenti sul territorio, e in specie possieda competenze in merito a:
    1. sviluppo di piani di comunicazione efficaci per la promozione del territorio sia sui social network che su internet e/o riviste specializzate del settore
    2. lavoro in team
    3. marketing e social marketing
    4. uso di strumenti per l’elaborazione del target di riferimento a cui indirizzare la campagna di promozione dei servizi turistici offerti.
  2. dotare la figura professionale in uscita di specifiche competenze imprenditoriali e autoimprenditoriali, e di un’attitudine positiva all’innovazione e al cambiamento, nelle prospettive del Life Long Learning.
  3. a medio termine, migliorare la competitività e la qualità del sistema turistico locale, aumentando i flussi turistici anche in periodi di bassa stagionalità.

La figura professionale

La figura professionale in uscita (Responsabile della progettazione e pianificazione di strategie di comunicazione, della gestione di ufficio stampa, attività promozionali e risorse umane – Figura 205 del RRFP) è così caratterizzata: definisce ed elabora le strategie di comunicazione di una o più aziende in funzione del raggiungimento degli obiettivi di posizionamento sul mercato, di riconoscibilità, di miglioramento e/o rafforzamento dell’immagine anche attraverso l’aumento del grado di consenso e la modifica degli atteggiamenti e dei comportamenti degli interlocutori dell’azienda, siano questi consumatori, concorrenti o attori dei sistemi complementari. Gestisce e pianifica le modalità di interlocuzione tra la struttura per cui lavora e tutti i soggetti esterni ed interni con cui questa è o vuole entrare in contatto. Gestirà le fasi operative dell’attività, analizzerà il mercato, raccoglierà dati, interrogherà banche dati, elaborerà statistiche per il mercato, ricercherà e valuterà preventivi relativi ai servizi turistici, progetterà piani di sviluppo e di promozione locale – fasi, queste, indispensabili per lavorare allo sviluppo e alla promozione di un piano di comunicazione turistica del territorio, incontrando di volta in volta i responsabili delle Autonomie Locali, Infrastrutture, Operatori Turistici ed Enti.

I contenuti del corso

800 ore (560 di attività teorico-pratiche e 240 di stage)

  • Teoria e tecnica della comunicazione (60 ore)
  • Legislazione e diritto della comunicazione e pari opportunità (40 ore)
  • Comunicazione integrata (120 ore)
  • Etica della comunicazione e comunicazione turistica sostenibile (100 ore)
  • Tecniche di organizzazione e gestione di un ufficio stampa (110 ore)
  • Tecnologie dell’informazione e comunicazione multimediale (100 ore)
  • Lingua inglese (70 ore)
  • Budget e controllo di gestione dei piani di comunicazione (60 ore)
  • Organizzazione e gestione di eventi e attività promozionali (120 ore)
  • La sicurezza nei luoghi di lavoro (20 ore)

N.B. Il corso prevede inoltre 100 ore di percorsi integrati, preliminari allo svolgimento degli esami di qualifica.

I documenti

Scarica l’Avviso pubblico

Scarica la domanda di iscrizione

Scarica la locandina in formato A3

 


Condividi su Facebook