Centro Professionale Europeo Leonardo
Unione Europea - Fondo Sociale Europeo

UNIONE EUROPEA
Fondo Sociale Europeo

Repubblica Italiana
Regione Autonoma della Sardegna

Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale,
Cooperazione e Sicurezza Sociale

25 Mini OSS concludono il loro percorso a Sorgono: sedici 100 e media di 98,5

Anche i 25 mini Oss della sede di Sorgono hanno concluso in bellezza il loro percorso con l'esame finale: ben 16 di loro hanno ricevuto il massimo dei voti e la media complessiva è stata di 98,5.


di

Mini Oss

Con il superamento dell’esame, che si è tenuto dal 25 al 27 luglio, i corsisti di Sorgono hanno raggiunto la qualifica di «Addetto alle operazioni di supporto nella gestione domestica e di assistenza nella cura della persona».

 

L’esame

La qualifica raggiunta è subito spendibile ed è valida come credito formativo per chi volesse acquisire la qualifica di Operatore Socio Sanitario in quanto rappresenta una buona parte del percorso di qualifica per OSS, che potrà essere completato con un’ulteriore parte da frequentare sempre in regime di autofinanziamento (Qua tutte le info).

 

Proprio per questo, la prova finale alla quale gli allievi sono stati sottoposti è stata tutt’altro che una formalità. È stato inoltre documentato che la frequenza rientrava nella percentuale del 90% e che nessuno degli ammessi aveva superato la percentuale del 10% previsto per il percorso di qualifica. La commissione esaminatrice, riunita per gli esami nel polo didattico di Sorgono era formata da rappresentanti della Regione Sardegna, del Ministero del Lavoro, del Ministero della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca, dell’APAN e da due commissari interni: Bernardino Mura, infermiere professionale con una lunga esperienza ed Ettore Porcu, infermiere della Asl di Nuoro.

 

Il corso

Obiettivo primario del corso è stato la formazione di figure in grado di assistere la persona nella cura del proprio corpo in ordine a necessità di igiene personale, corretta alimentazione e mantenimento delle possibili autonomie funzionali, preparare e somministrare i pasti secondo i gusti dell’assistito e le eventuali indicazioni dietetiche mediche e/o dei familiari e in particolare di:

  • gestire e supportare l’assistito per tutte le attività quotidiane di prima necessità volte a promuovere l’autonomia di vita e il soddisfacimento di bisogni semplici
  • attivare interventi di vigilanza e di relazione con l’assistito volti a proteggere il suo stato di debolezza psico-fisica e promuovere attività di relazione sociale

 

Hanno arricchito il percorso elementi di anatomia e fisiologia degli apparati locomotorio, digerente, cardiocircolatorio, respiratorio, renale, e gli elementi di base della dietoterapia e igiene degli alimenti, le tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell’assistito, la legislazione regionale e nazionale in ambito sociosanitario e socio-assistenziale, e tutte le conoscenze fondamentali per assicurare ai pazienti un livello professionale di alto spessore.

Di seguito le strutture dove hanno svolto le duecento ore di tirocinio sociale

Comunità Alloggio Società Cooperativa Barbagia Mandrolisai ONLUS – SEDE Viale della Regione, 13 – Tonara

RSA Fondazione Istituti Riuniti di Assistenza Sociale – SEDE  Via G. Brotzu, 6 – Milis


Condividi su Facebook