Centro Professionale Europeo Leonardo
Unione Europea - Fondo Sociale Europeo

UNIONE EUROPEA
Fondo Sociale Europeo

Repubblica Italiana
Regione Autonoma della Sardegna

Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale,
Cooperazione e Sicurezza Sociale

La Bottega dei Sapori: termini prorogati all’11 novembre. Specializzati nel Marketing e Web Marketing dell’agroalimentare!


di

Iscrizioni prorogate: c’è tempo sino all’11 NOVEMBRE per presentare la domanda per i percorsi gratuiti da 600 ore organizzati in collaborazione con Borghi Autentici d’Italia e Unione dei Comuni Parte Montis.
Non è stato raggiunto il numero minimo di adesioni e pertanto si rende necessario lasciare aperti i termini di iscrizione.
Coloro che hanno già prodotto domanda avranno comunque priorità di ammissione.

Lavorare alla promozione dell’Isola

Il gusto inimitabile della carne e del pesce appena pescato, l’odore forte del vero pecorino stagionato, la trama invitante dei fili di zucchero sui dolci tipici: sono migliaia le specialità tipiche di ogni piccola realtà dell’Isola.

La Sardegna ha un patrimonio sconfinato di piatti e prodotti in grado di suscitare gioie ed emozioni per tutti i cinque sensi.  Nonostante ciò, palesa evidente un limite: quello di non riuscire a promuovere e soprattutto “vendere” quanto di buono e di genuino viene prodotto, andando oltre gli appuntamenti e le sagre che si ripetono stagionalmente.

La prima analisi dei fabbisogni, l’elaborazione dell’analisi SWOT del Comparto, l’esame degli studi di Settore e dei documenti di programmazione della Regione Autonoma della Sardegna realizzata in raccordo con il Dipartimento di Scienze Sociali e delle Istituzioni dell’Università di Cagliari, hanno posto in evidenza due criticità endogene che, come una pesante zavorra, impediscono la crescita e lo sviluppo dell’offerta agrifood della Sardegna: il basso valore dell’export dei settori agricolo ed alimentare e la bassa propensione delle aziende isolane all’innovatività.

Sulla base di tali approfondimenti, la Fondazione Leonardo, assieme all’Associazione Borghi autentici d’Italia e all’Unione dei comuni Parte Montis, ha perciò proposto il Progetto fortemente innovativo «La Bottega dei Sapori» in grado di offrire competenze specifiche in materia di promozione, marketing e web marketing dei prodotti agroalimentari. Un progetto attorno al quale ruota una vasta rete di operatori pubblici e privati e che recentemente si è arricchito dell’adesione dei Comuni dell’Assoentilocali (associazione espressa dagli organismi territoriali dell’Area Metropolitana di Cagliari).

Dei 4 percorsi iniziali (2 dei quali già avviati con successo a Mogoro e Cagliari e giunti alla fase conclusiva) ne restano 2 da attivare entro il prossimo mese di ottobre. Due percorsi che hanno l’obiettivo specifico di consolidare, modernizzare e diversificare le strategie commerciali delle aziende operanti nel settore agrifood dell’area vasta di Cagliari e di tutto il territorio del “Parte Montis”, del Parteolla, della Trexenta, del Sarcidano e di tutti gli altri territori limitrofi, con un solo grande obiettivo: creare nuove competenze in grado di generare potenziali impatti positivi sull’indotto e sui livelli occupazionali delle aree coinvolte. Nello specifico, i due percorsi tratteranno di Marketing e web marketing in ambito agrifood.

Il Progetto prevede, come detto, lo sviluppo di percorsi  dedicati a coloro che vogliono inserirsi nel management agroalimentare, interamente finanziati dalla Regione Autonoma della Sardegna mediante il Fondo Sociale Europeo P.O.R. 2014-2020, e destinati a 20 allievi (giovani sino a 35 anni oppure Neet, ovvero soggetti non impegnati nello studio, nel lavoro o nella formazione, comunque residenti o domiciliati in Sardegna) e finalizzati alla Certificazione delle Competenze (il nuovo sistema di profilazione delle qualifiche a livello europeo).  I processi didattici prevedono formazione d’aula, formazione a distanza (FAD) e alternanza presso imprese.

Sono inoltre previste delle premialità di risultato per coloro che porteranno a conclusione con successo i percorsi.

Al termine del processo formativo, i partecipanti al progetto “La Bottega dei Sapori” saranno in grado di svolgere attività di sostegno ai processi decisionali e di assumere ruoli gestionali nelle imprese; con particolare attenzione per la comunicazione, la promozione, il marketing, il web marketing, la gestione dei social media anche in rapporto alle esigenze di internazionalizzazione dei prodotti agroalimentari.


L’impianto del corso

Il Progetto «La Bottega dei Sapori» è strutturato su una architettura formativa blended (mista), in quanto verranno utilizzate metodiche didattiche differenti. Alcune parti dei percorsi saranno erogate in modalità frontale (ovvero in aula in presenza del docente incaricato), altre si concretizzeranno in attività di alternanza presso imprese (training on the job) mentre, altre ancora, saranno realizzate con la metodologia della Formazione a Distanza (FAD) con la fornitura di contenuti fruibili da qualsiasi dispositivo (PC, notebook, tablet, smartphone) tramite la piattaforma Moodle della Fondazione Leonardo.

Il Progetto prevede un’attività preliminare di «Orientamento personalizzato e scelta consapevole» che, insieme all’attività di «bilancio delle competenze», costituiscono lo strumento utile per rafforzare nei destinatari una scelta consapevole verso i percorsi formativi, ad evitare il rischio di abbandoni in itinere e a massimizzare l’efficacia dei processi didattici.

Accompagnamento post corsuale

La parte finale del Progetto ha l’obiettivo di favorire la capacità dei candidati di orientarsi nel mercato del lavoro. Si tratta di una serie di micro-azioni che costituiscono un ulteriore percorso informativo, formativo, di assistenza e consulenza sui passi da compiere per l’inserimento occupazionale.


Premialità

Il Progetto intende valorizzare il principio meritocratico e gratificare i candidati che, durante lo svolgimento di tutte le azioni progettuali, manifesteranno particolare attenzione, partecipazione attiva, disponibilità e otterranno i migliori risultati didattici, sia durante il percorso che in occasione degli esami finali di Certificazione delle Competenze.

La premialità sarà erogata in due differenti modalità:

  • Borse di studio: il Progetto prevede che i 6 allievi più meritevoli (3 per ogni percorso) riceveranno una Borsa di studio, attribuita esclusivamente su parametri precisi: partecipazione, frequenza e risultati didattici in relazione a tutte le fasi che compongono il Progetto. In tale ottica è previsto un Patto Formativo accompagnato dal Regolamento da sottoscrivere in fase preliminare all’avvio delle attività.
  • Percorsi di mobilità: 4 allievi (2 per ogni gruppo classe) affronteranno dei percorsi di mobilità nazionale e/o transnazionale finalizzati ad attività di training “on the job” in strutture di eccellenza nel settore agrifood.

Anche tale elemento premiante sarà attribuito a coloro che si distingueranno per partecipazione, frequenza e risultati didattici in relazione a tutte le fasi che compongono il Progetto.


I destinatari

Giovani sino ai 35 anni residenti o domiciliati in Sardegna

OPPURE

NEET (Not (engaged) in Education, Employment or Training – soggetti non impegnati nello studio, né nel lavoro né nella formazione) residenti o domiciliati in Sardegna, senza limite di età.

Almeno il 45% dei posti disponibili è riservato a destinatari di genere femminile.


I Requisiti di accesso

Potranno candidarsi alla partecipazione coloro che, alla data di scadenza dell’avviso di selezione, risulteranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Età inferiore ai 35 anni o, in alternativa, status di NEET senza limitazioni di età.
  • Residenza o domicilio in Sardegna.
  • Maggiore età.
  • Titolo di studio: possesso del titolo di “Diploma o Qualifica di operatore professionale” (conseguito attraverso il triennio presso un Istituto Professionale o un Percorso triennale IeFP o un Percorso formativo in apprendistato per il diritto/dovere allo studio o un Percorso triennale in apprendistato per la qualifica e per il diploma). Potranno comunque candidarsi anche coloro che possiedono un titolo di studio di livello superiore (ad esempio Diploma di Scuola secondaria di secondo grado, Laurea, Laurea magistrale, ecc.).
  • Certificato di equipollenza del titolo di studio (solo nel caso di cittadini stranieri residenti o domiciliati in Sardegna) rilasciato dall’autorità scolastica o accademica.

Modalità d’iscrizione

Per procedere all’iscrizione occorre presentare la domanda di partecipazione, attraverso l’apposito modulo disponibile su www.cpeleonardo.it  o che può essere richiesto via e-mail all’indirizzo: bottegadeisapori@cpeleonardo.it o reperito tramite il canale Telegram® @FondazioneLeonardo

La domanda di partecipazione deve essere compilata in tutte le sue parti, datata e firmata per esteso, nonché corredata dalla seguente documentazione:

  • Fotocopia fronte/retro del documento di identità in corso di validità
  • Fotocopia della tessera sanitaria in corso di validità
  • Scheda anagrafica rilasciata dal Centro per l’Impiego competente per territorio riportante una data di rilascio non anteriore al 30/06/2019 (è possibile presentare autocertificazione sullo stato lavorativo in un primo momento – i documenti del CPI dovranno comunque essere presentati successivamente)
  • Certificato di equipollenza del titolo di studio (solo nel caso di cittadini stranieri residenti o domiciliati in Sardegna) rilasciato dall’autorità scolastica o accademica.

La documentazione elencata potrà essere, in alternativa:

  • inviata tramite Raccomandata A/R all’indirizzo: Fondazione Leonardo, Via Dante n° 254 – scala L, 09128 Cagliari;
  • inviata tramite PEC all’indirizzo: cpeleonardo@pec.it
  • consegnata a mano al Polo didattico della Fondazione Leonardo, in via San Giovanni n°428 a Cagliari, dal lunedì al venerdì (orari dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30)

La scadenza per la presentazione delle candidature è prorogata alle ore 14.00 del 11 novembre 2019. Faranno fede unicamente l’ora e la data di ricezione (non farà fede il timbro postale di spedizione nel caso di candidature inviate tramite raccomandata A/R).

Qualora, entro la data di scadenza indicata, la Fondazione Leonardo non dovesse raggiungere il numero di iscritti necessario per l’avvio dei Corsi, tale termine potrà essere prorogato (previa autorizzazione da parte dell’Assessorato del Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna). In tale circostanza verrà fornita adeguata comunicazione tramite il sito istituzionale dell’Agenzia www.cpeleonardo.it, la sua pagina Facebook @CpeLeonardo e tramite il canale Telegram® @FondazioneLeonardo.


MODULISTICA E FAQ (DOMANDE FATTE CON FREQUENZA)

Per informazioni è possibile contattare la segreteria allo 07044740 (Dario)


Partner di progetto

Comuni di Aritzo, Barrali, Barumini, Belvì, Birori, Bolotana, Borore, Bortigali, Desulo, Dolianova, Dualchi, Esterzili, Gonnostramatza, Isili, Lei, Macomer, Masullas, Mogoro, Noragugume, Nurri, Pompu, Seui, Silanus, Simala, Sindia, Siris, Tuili, Usellus e Ussaramanna, Consorzio CAPELLI (C.S.G.C – 87 aziende aderenti), Center Quality Service Coop. Soc., Confcooperative Cagliari, Cooperativa Promozione Lavoro, Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università degli studi di Sassari, Isca ‘e’ muras, Liverpool School Architecture, Netsoul S.r.l., Pianu Antonio, PromoTurismo FVG


Condividi su Facebook